Gli Artisti della X Edizione di Culinaria


Andrea Salvetti


Andrea Salvetti tra degli Artisti di Culinaria 2016Nasce a Lucca nel 1967. Studia arte poi architettura ma da subito predilige lavorare con le proprie mani, quindi scultore e designer dal 1991 con laboratorio in proprio, strumenti, macchine e materia da domare, facendosi presto portatore sano e testimone del concetto di “autoproduzione”. La sua attività interessa varie tematiche muovendosi in uno spazio interdisciplinare molto ampio tra scultura, design, istallazioni ambientali, performance e cucina. Le opere che ne derivano spesso faticano a riferirsi e affrancarsi ad uno solo di questi settori tendendo piuttosto a  unirli in senso orizzontale. Dal 1996 collabora stabilmente con gallerie d’ arte e di design ( Nilufar, Dilmos, Must Gallery, Avant-Scene…) Partecipa alla 48 Biennale d’ Arte di Venezia ed espone le proprie opere in mostre e cataloghi in Italia e all’ estero (Triennale di Milano, Galleria Civica di Trento, Focke Museum, Sotheby’s, Phillips De Pury). Durante questi ultimi anni ha stretto  un solido rapporto di collaborazione con Philippe Starck per il quale realizza  opere speciali per molti suoi progetti. Electa pubblica  nel 2007 la  monografia “Terra-Terra “.





Alessandra Carloni


Alessandra Carloni tra degli Artisti di Culinaria 2016Nasce a Roma nel 1984, dove vive e lavora. Si diploma  all’Accademia di Belle Arti di Roma nel 2008 con la cattedra di Celestino Ferraresi e si laurea nel 2013 in Storia dell’arte contemporanea, presso l’Università “La Sapienza”.
Dal 2009 inizia la sua attività come pittrice e artista, esponendo in personali e collettive a Roma e in altre città italiane, vincendo diversi premi e concorsi. In parallelo inizia la sua attività anche come street artist, realizzando opere murali a Roma, Milano, Firenze, Sulmona, Savona e vincendo premi e riconoscimenti.
Gallerie con cui collabora: Rvb Art gallery, Via delle Zoccolette, Roma – Galleria Edarcom, Roma – Galleria Moderni, Via Giulia.

“La pittura di Alessandra Carloni è un limbo di sogno meccanico, fatto di ingranaggi, spicchi di luce, geometrie esistenziali che invitano lo spettatore a riconoscersi in questi spazi temporali d’attesa. È il colore, spesso tenue, a contrasto con il caos delle linee spezzate – che ricordano la preziosa lezione del futurismo – a suggerire la dimensione onirica che si combina con quella reale, in cui il tempo gioca un ruolo beffardo, ribaltando la clessidra, aumentando o decelerando il ritmo. E ciascuno di noi è parte agita e attiva di questa meccanica immaginifica.
Città che sono il nostro involucro, il nostro abitare emotivo e che possono diventare ugualmente paesaggi desolati e desolanti, scenografie stilizzate piene di “vuoto”. Siamo esistenze molteplici e complesse smarrite nella caoticità di un vivere metropolitano e solitarie dentro il desolante scorrere del tempo delle nostre città”.
Alessandro Morino





Disegnello


Disegnello tra degli Artisti di Culinaria 2016Massimo Di Clemente in arte Disegnello, nato a Roma l’8 gennaio 1973.
Laureato in Accademia delle Belle Arti di Roma di via Ripetta in Decorazione pittorica con l’artista professore Gino Marotta, dove ha realizzato con lui opere per il Museo di Chieti.
Inoltre vanta:
Realizzazione di varie scenografie con Armando Mancini (RAI), prime televisive, scenografie cinematografiche.
Realizzazione di varie scenografie teatrali in Messico ed in Egitto.
Decorazioni varie in locali e discoteche romane (Goa, Estate Romana,…).
Aiuto costruzione bozzetto-plastico Teatro della Scala di Milano per Zeffirelli.
Partecipazione a Culinaria2014 in collaborazione con lo chef Francesco Apreda per la realizzazione di una tela rappresentante un suo piatto ispirato all’India.
Attualmente tatuatore presso il proprio studio Eternal City Tattoo in Roma.





Dj Stefano Gamma


Dj Stefano GammaDJ, produttore e remixer.

E’ presente sulla scena italiana da molti anni. Ha collaborato, a partire dalla fine degli anni ottanta, con gran parte dei Club della capitale, offrendo un notevole contributo alla crescita del fenomeno dell’house music.

Ha spesso celato la propria identità di produttore e di remixer dietro differenti pseudonimi (De Gama, Juan Michavila, Future Abstract Soul, The Knowledge, House Of Jubilee, The Featuring, Freak Do Brazil), comparendo nelle chart e nelle playlist dei più importanti dj del panorama mondiale (Pete Tong, Little “Louie” Vega, David Morales, Tony Humphries, Danny Rampling) e in numerose compilations di livello internazionale (Essential Selection 1997 by Pete Tong, Can’t Get High Without You Compilation by Joey Negro, Azuli presents Miami 2003 by Dave Piccioni, Release Yourself 2003 by Roger Sanchez, Hed Kandi Disco Heaven Vol. 1).

Il suo esordio come produttore discografico avviene nel 1992: nei primi anni d’attività produce, tra gli altri, i singoli “And I’ll Be There” di Antonomasia per la F.F.R.R. / Undiscovered Rec. (Top 20 UK Club Chart) e “As (Until The Day)” di The Knowledge per la F.F.R.R. / Suntune (Top 75 Singles UK Pop Chart) e remissa i singoli “You Make Me Feel” di Byron Stingily (Nervous Rec./BMG), “Smarty Pants” delle First Choice (Minimal Rec./D-Vision) e “Fever” di Djaimin & Djaybee feat. Rose (XL Recordings/Suntune).

Seguono i singoli “Freedom 99″ di Homeless feat Ann-Marie Smith (Top Ten UK Club Chart del 15/05/1999), “Love Thing” e “So Good To Me” di Gamma e “Shine Into My Life” di Stefano Gamma Vs Jenny B. (vincitrice di San Remo 2000) con la quale produce anche “Make It Better” di Stefano Gamma presents The Featuring; nel 2000 remixa “Smile” dei Jasper Street Company (prodotti da Dj Spen) su etichetta Basement Boys, cui fanno seguito “I Pray” su Equal (Top Ten Area Chart in Australia) e “Reachin’” (Equal/ Hed Kandi) di House Of Jubilee e “Street Guitar” di The Knowledge, licenziato alla Disk-funktional dei Rhythm Master… ad oggi tra produzioni e remix si contano circa cento uscite e tre cd/album per il mercato giapponese.

Tra le sue produzioni anche due brani “Mare Grande” di Freak Do Brazil feat. Victoria Frigerio e “Love Is The Boss” di Stefano Gamma sono stati selezionati per essere rispettivamente inseriti nelle colonne sonore del film campione d’incassi nel 2005 “Vacanze Di Natale A Miami” di Neri Parenti e “Gli Sfiorati” di Matteo Rovere, uscito recentemente nelle sale cinematografiche.

Le sue collaborazioni con artisti di fama internazionale (Sandy Rivera, Robert Owens, Moné, Blast, Michelle Weeks, Jasper Street Company, Byron Stingily, Richard Darbyshire, Jenny B., Sabrinaah Pope, Ann-Marie Smith, First Choice, per citarne alcuni) hanno sicuramente influenzato la sua formazione artistica e, unitamente ad una passione ed una determinazione non comuni, lo hanno portato a proporre con successo la sua musica in numerosi club sia in Italia che all’estero.

In questi ultimi anni ha suonato al Sullivan Room di Kiev (Ucraine), al Pacha di Monaco di Baviera, a Cavo Paradiso di Mykonos, al 320 Club di Miami (WMC 2001), al Warehouse Club di Tokyo, al Prinzip di Monaco di Baviera, al Colonial di Salonicco, all’ EiBiSì di Barcellona, al Panasia ed al Marabù di Naxos, all’U4 a Vienna, all’edizione 2002 del Lifeball sempre a Vienna, all’Aarebar e Guayas di Berna (CH); al Mad Club di Losanna (CH), all’Hippodrome di Corfù (GR), al Peter Pan di Riccione (IMC 2000), al Pacha di Riccione (IMC 2001), al Byblos di Riccione per il Bybloscar 2002, al Ciclope di Marina di Camerota (SA); alla Luna Glam Club di San Teodoro (OT), al Lizard di Milano… è stato per 5 anni resident dj del Goa Club a Roma (mercoledì Watergate 96/97, venerdì X-cess 97/99 e venerdì Automatik 2001/03), resident della one-night Vitamina @ Mami ad Ostia per 3 stagioni consecutive e special guest a Radio Londra, al Loft, all’Akab, a Spazio 900, all’S.P.Q., …
Ha condiviso la consolle con DJ’s del calibro di Satoshi Tomiie, Timo Maas, Pete Heller, Tony Humphries, Bob Sinclar, Jay J., David Piccioni, Deep Swing, ATFC, DJ Spen, Danny Rampling, Junior Sanchez, Damien J. Carter…
Attivo anche in ambito radiofonico ha curato nel periodo 1986/88 l’inserto “DJ-Mix” all’interno del programma “Stereo 2 – FM Musica” trasmesso dalla Rai; dal 1997 al 2003 ha collaborato settimanalmente alla conduzione del programma “Club Dance Nation” trasmesso da Radio Centro Suono e dal 2005 al 2006 ha curato il suo mixshow all’interno del programma INDAHOUSE trasmesso dal network nazionale M2o.

Nel Maggio 2006 è stato incluso nel foto-libro “ROMA – L’Immagine Del Suono”, supervisionato dal deus-ex-machina del Goa Giancarlino . Il progetto, prodotto dalla fotografa di talento Alessia Laudoni (www.alessialaudoni.com) è una compilation di fotoritratti dei 40 dj che più hanno influenzato il suono e la club culture dei locali di Roma dagli anni ’60 ad oggi; ioltre, alcune sue foto del passato sono presenti anche nella recente pubblicazione “I Love The Nightlife”, il libro/documento di Corrado Rizza & Marco Trani con prefazione di Roberto D’Agostino.





Michael Rosen


Michael RosenNato nel 1963 ad Ithaca, nello stato di New York, Michael frequenta la Berklee School of Music, dove vince una borsa di studio, e tra gli altri, segue i corsi di George Garzone, Bill Peirce e Gary Burton. Si diploma Magna Cum Laude dopo appena cinque semestri. Durante la sua sosta a Boston suona frequentemente nei locali della città con colleghi come Danilo Perez.

Dopo un tour Italiano con pianista Delmar Brown in 1987, si stabilisce in Italia. Durante la sua permanenza nella scena musicale europea, Michael si esibisce in diversi e noti jazz festival, incide praticamente per tutti i principali artisti italiani e svizzeri, da Enrico Rava e Franco D’Andrea, a Roberto Gatto, Stefano Bollani, Danilo Rea e Franco Ambrosetti, per fare solo pochi nomi in ambito jazz. Sempre attivissimo nella scena jazz europea, Michael si esibisce inoltre con numerosi musicisti americani di calibro internazionale, tra quali Jim Hall, Carl Anderson, Sarah Jane Morris, Peter Bernstein, Peter Erskine, Mike Stern e Kenny Wheeler.   Stimatissimo anche dai colleghi della musica classica, Rosen svolge dei concerti estivi insieme a diversi elementi dell’Orchestra Della Scala, insieme ai quali, nel 2010, Rosen svolge dei concerti seguitissimi al Lingotto di Torino ed al Kongresshalle di Lugano, di fianco al legendario vocalist Bobby McFerrin.

Anche in ambito pop il suo sax è richiestissimo.  Infatti degli oltre 150 cd in cui troviamo gli assoli di Rosen, diversi sono a nome di cantanti di fama nazionale come Mina, Celentano, Concato, Rossana Casale, Renato Zero. Partecipa anche a numerose tournée e trasmissioni televisive, con Bennato, Celentano, Giorgia, Biagio Antonacci.   Il suo nome appare in molte copertine di dischi insieme a musicisti di altissimo livello, tra i quali, Enrico Rava, Franco D’Andrea, Bo Diddley, Antonio Faraò.

Rosen è autore di 9 cd da leader o co/leader, Di prossima uscita ’ultimo tra questi: “Sweet 17”, prodotto da Jandomusic e realizzato a New York con Bill Stewart, Lage Lund, Ralph Alessi, Matt Penman e Domenico Sanna. Le composizioni di Michael sono state trasmesse piu volte, sia da Radio Rai 3 che da Radio Popolare, ed alcuni suoi brani sono incluse nei cd che accompagnano le riviste “Musica Jazz’, e “JazzMagazine”, entrambe delle quali hanno dedicato delle interviste a Rosen di svariate pagine. Inoltre, continua la collaborazione tra Rosen e la nota cantane inglese Sarah Jane Morris, che vede il sassofonista in varie formazioni inglesi della vocalist sui palchi Italiani e Inglesi, compresi lo storico locale Londinese Ronnie Scott’s, London Jazz Festival, Hay Festival di Galles, Veneto Jazz, Ravello Jazz e tanti altri, nonchè in studio per registrare un cd della Morris in trio, insieme a Danilo Rea. Di recente incide anche un’intervento solistico sul nuovo LP della Morris, uscito nel 2014 ed intitolato “Bloody Rain”.

Rosen viene regolarmente votato dal 2012 al 2014 tra I migliori 10 sassofonisti sopranisti del mondo, dai lettori di Jazzit, piazzando nel 2010 al quarto posto dietro Wayne Shorter, Dave Leibman e Branford Marsalis.





Nicky Nicolai e Stefano Di Battista


Nicky Nicolai e Stefano DI BattistaLe “Mille Bolle Blu” di Nicky Nicolai e Stefano Di Battista a “Culinaria, Uno spettacolo di cucina”.

Il ritmo degli anni ’60 accompagnerà gli ospiti della X Edizione della reunion enogastronomica capitolina. L’incantevole e vibrante voce di Nicky Nicolai, accompagnata dall’estro di Stefano di Battista e del suo quartetto jazz, saranno ospiti di “Culinaria, Uno spettacolo di Cucina”, la manifestazione enogastronomica che si terrà il prossimo 20 e 21 febbraio al Capitol Club di Roma (Via Giuseppe Sacconi, 39). Il concerto, in calendario sabato 20 febbraio alle 21.30, farà rivivere al pubblico le canzoni che hanno fatto la storia della musica italiana. Una girandola di melodie per realizzare un cocktail da gustare, a tutte le età.

Sullo stesso palco che ospiterà per due giorni chef stellati nazionali e internazionali – da MASSIMO BOTTURA a ATSUSHI TANAKA, da YOJI TOKUYOSHI a CRISTINA BOWERMAN –, gli spettacoli culinari lasceranno spazio allo spettacolo musicale di Nicolai e di Battista con “Mille bolle blu”, concerto nato da un’idea di Gino Castaldo.
“Il nostro sarà un ‘concerto-spettacolo’, un viaggio su spartiti che, attraversando l’immaginario musicale, ‘trasportano’ il pubblico negli anni ‘60 e ‘70; gli anni che hanno visto la più potente stagione creativa della musica italiana. Mille bolle blu, infatti, vuole evocarne l’immagine gioiosa e gloriosa” – spiega Nicolai.

Ed è lo stesso titolo a suggerirlo, sottolineando la dimensione di gioco e di creatività racchiusa nello spettacolo.
Il calore e lo swing di Nicky Nicolai, in perfetta sintonia con l’estro e la versatilità del sax di Stefano Di Battista, faranno rivivere brani di Mina, Gabriella Ferri, Nancy Sinatra, Eduardo De Crescenzo, Ornella Vanoni, The Archies, Nina Simone. Non mancheranno i pezzi più famosi del repertorio di Nicky Nicolai, mentre il quartetto di Stefano di Battista regalerà un tuffo nel Jazz puro.

SUL PALCO
Nicky Nicolai, voce
Stefano Di Battista, sax
Andrea Rea, pianoforte
Daniele Sorrentino, basso e contrabbasso
Roberto Pistolesi, batteria